LA MARCATURA DOT

//LA MARCATURA DOT

LA MARCATURA DOT

A cosa serve il DOT?

La marcatura DOT indica il rispetto degli standard del Dipartimento dei Trasporti USA sintetizzando importanti informazioni sul pneumatico: il codice identificativo dello stabilimento di produzione, il codice identificativo della misura del pneumatico, il codice identificativo del produttore, e la data di produzione.

Le normative vigenti impongono a tutti i produttori di pneumatici di riportare sul fianco del pneumatico la data di fabbricazione che ha lo scopo di consentire al produttore, non al consumatore, d’identificare il prodotto una volta immesso sul mercato.
La data di produzione è composta da quattro cifre, le prime due indicano la settimana, e le seconde due l’anno (es:2313 significa prodotto la 23a settimana del 2013).
Le quattro cifre indicanti la data di produzione sono solitamente precedute dalla sigla DOT (Department Of Transportation), che attesta il rispetto degli standard americani .

Data di fabbricazione del pneumatico e DOT sono quindi due marcature ben diverse tra loro sia per contenuto tecnico che per valenza normativa, entrambe senza alcuna attinenza specifica con la durata del prodotto. 

La durata di un pneumatico dipende da una serie di elementi diversi, non prevedibili all’atto della produzione, e quindi non è possibile determinarla preventivamente. Infatti, a livello normativo, non esistono prescrizioni o limitazioni di impiego direttamente riferite e/o collegabili alla data di fabbricazione, né effetti specifici sulle condizioni commerciali. La legge non precisa un’età dei pneumatici per la vendita o l’installazione.

By | 2018-11-04T15:16:26+00:00 febbraio 1st, 2018|News|0 Comments