Il libretto di circolazione è sicuramente uno dei documenti più importanti da tenere sempre a portata di mano quando sei alla guida poiché racchiude i dati “anagrafici” della tua automobile, oltre alle tue generalità come proprietario del veicolo.

libretto di circolazione: come leggerlo

COS’E’ IL LIBRETTO DI CIRCOLAZIONE

Il libretto di circolazione è il documento identificativo dell’automobile, che garantisce l’idoneità alla circolazione. Questo documento viene rilasciato dalla Motorizzazione civile, al momento dell’immatricolazione di un nuovo veicolo.

È costituito da quattro pagine che riportano, una serie di informazioni fondamentali, tra cui:

  • i dati del proprietario
  • le caratteristiche del veicolo:
    • marca
    • modello
    • dimensioni
    • la classe di emissione inquinante
    • i consumi dichiarati
    • il numero del telaio
    • la massa massima a carico tecnicamente ammissibile
    • la potenza netta massima (in kW)
    • il tipo di combustibile o di alimentazione dell’auto
  • il numero di immatricolazione

Conoscere la carta di circolazione della propria vettura è fondamentale, perché facilita anche il compito in fase di manutenzione.

COME SI LEGGE IL LIBRETTO DI CIRCOLAZIONE

Il libretto di circolazione è composto da un unico foglio stampato sulle due facciate e suddiviso in quattro quadranti per lato.

Il retro del libretto contiene la legenda della carta di circolazione, cioè alla spiegazione dettagliata di tutte le sigle presenti sulla stessa, dall’applicazione dei bollini relativi al superamento della revisione periodica del mezzo, alle annotazioni inerenti gli eventuali passaggi di proprietà.

La prima facciata è suddivisa in 4 quadranti:

  • Il primo quadrante è quello dedicato ai dati “anagrafici” dell’auto. Nella parte superiore, accanto al simbolo della Comunità Europea, è indicato lo Stato che ha emesso il libretto di circolazione. Nel nostro caso troveremo la dicitura “Repubblica Italiana, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Dipartimento per i trasporti terrestri”. Al di sotto di questa dicitura viene indicato il numero relativo al libretto di circolazione auto, mentre i due spazi sottostanti sono riservati a un codice alfanumerico, che identifica la registrazione alla Motorizzazione Civile, mentre lo spazio a destra è riservato al numero di targa del veicolo preceduto dal simbolo “A”.
    Se quindi, guardando il libretto di circolazione, ci si chiede dov’è la targa, sarà sufficiente consultare lo spazio del primo quadrante della facciata frontale del documento.
  • Il secondo quadrante del libretto di circolazione potrebbe sembrare più complesso da interpretare, ma in realtà non è così. Accanto al codice “D.1” viene indicato il nome del costruttore, con “D.2” si specifica il tipo di modello attraverso un codice usato dalla casa costruttrice, mentre con la sigla “D.3” si identifica il nome dell’auto. Scorrendo si troverà poi la lettera “E” che indica il numero di telaio dell’auto, mentre “F.1” è la massa massima ammissibile a pieno carico, “F.2” la massa massima ammissibile a pieno carico in servizio e “F.3” la massa massima ammissibile dell’insieme costituito dal veicolo a pieno carico e dal rimorchio.
  • Il terzo e il quarto quadrante del libretto di circolazione non sono caratterizzati da particolari sigle: qui sono indicate informazioni aggiuntive quali le dimensioni dell’auto, il rapporto potenza/tara, le misure permesse degli pneumatici, la classe di omologazione ambientale, i dati inerenti il consumo e la massa a vuoto senza conducente, liquidi e ruota di scorta.

Come leggere la carta di circolazione

SMARRIMENTO LIBRETTO DI CIRCOLAZIONE

Nel caso in cui il libretto di circolazione venga smarrito è necessario esporre una denuncia alla Polizia, la quale rilascerà un permesso di circolazione provvisorio.
Dopo aver effettuato la denuncia e consegnato il permesso provvisorio possono presentarsi due possibilità.
Nel primo caso, l’Ufficio Centrale Operativo invierà a casa del richiedente un duplicato del libretto di circolazione. Nell’altra ipotesi sarà l’automobilista che dovrà recarsi all’Ufficio Motorizzazione della sua provincia facendo domanda per il duplicato del libretto di circolazione. 

Se il duplicato non arriverà entro i 45 giorni successivi alla richiesta si dovrà contattare il numero verde 80023232.

 

Speriamo di essere stati d’aiuto per aiutarti a comprendere meglio alcuni aspetti che riguardano il quotidiano di tutti noi. Ma se non fosse sufficiente, i nostri negozi saranno sempre a tua disposizione per offrirti il giusto supporto o darti semplicemente un consiglio 🙂

Se vuoi scoprire le promozioni su Pneumatici e Meccanica attive al momento clicca qui: bolognagomme.eu/promozioni/